Ibiza alternativa: 10 cose da fare per scoprire il lato nascosto di Ibiza

Quando dico che vado a Ibiza, vedo le facce dei miei amici che regolarmente strabuzzano gli occhi, mi guardano come se fossi matta e mi dicono: “Ma non sei un po’ troppo vecchia per andare in discoteca e fare quella vita?”

Lo confesso. A 18 anni sono andata ad Ibiza proprio per fare quella vita, tra scorribande in motorino, notti brave, bus aspettati all’infinito e ore in spiaggia e in discoteca.

A distanza di anni sono tornata ad Ibiza, e me ne sono innamorata. Molto più della prima volta. E senza fare nemmeno una delle attività clichè che ci si aspetterebbe nella Isla Loca.

ibiza alternativa: mare e scogliera di una spiaggia deserta

Ibiza hippy chic: il lato alternativo dell’isola

A partire dalla Summer of Love e per tutti gli anni ’70 Ibiza in realtà è stata il ritrovo di artisti, creativi e hippy di mezza europa (e non solo). Tra una tappa a Marrakech e una a Goa, hippy e visionari decidono di fondare una comunità quasi stabile sulla tranquilla isoletta delle Baleari, che all’epoca era fondamentalmente una zona rurale e contadina.

Negli ultimi anni le discoteche vengono messe un po’ da parte a favore di questo lato alternativo e più rilassato che è stato finalmente riscoperto: sono molte le occasioni per abbandonarsi allo slow travel ibizenco tra fincas, mercatini hippy, yoga retreats e cucina vegetariana biologica.

Il tutto accompagnato dalle percussioni al tramonto, il momento più sacro della giornata ad Ibiza.

10 consigli per vivere l’altra Ibiza

Ibiza di giorno: vista di scalinata e case

1. Fregatene di chi ti prende in giro

Ecco, ho detto tutto nel titolo. Fregatene di chi ti guarda con sufficienza pensando che sei un po’ vecchiotto per saltare da una discoteca all’altra ad Ibiza. A parte che non è vero, ma è inutile discutere, chi ti dice qualcosa del genere NON SA. O per lo meno non sa ancora. Quindi alza le spalle e sorridi.

Tu sai qualcosa che i tuoi amici non sanno: Ibiza è molto, molto di più di Pacha e Playa d’en Bossa: l’isola ha un lato nascosto alternativo, rilassante, quasi esoterico che ancora in pochi conoscono.

2. Ascolta Ibiza Sonica

Appena metti piede sull’isola sintonizzati sulla radio locale Ibiza Sonica. 

Fondata sull’isola nel 2006, la radio trasmette principalmente elettronica e chili out (genere che è stato inventato proprio a Ibiza da Jose Padilla al Cafè del Mar, ma questa è un’altra storia.)

Fin dall’inizio, Ibiza Sonica ha trasmesso in diretta da scogliere, barche, ville, rooftop e punti panoramici; ha un attitudine libera, alternativa e anticonformista e mi aiuta tantissimo a viaggiare tramite le onde radio quando non posso essere fisicamente a Ibiza.

Da sempre Ibiza Sonica è la perfetta colonna sonora del tramonto ibizenco. Il momento più magico della giornata sull’isla blanca.

Dall’app si può addirittura scegliere tra i diversi mood di Ibiza Sonica: dai set più alternativi di Sonica Futura a Sonicalm, il mio canale preferito, una colonna sonora perfetta per fare yoga al mattino presto, per concentrarsi o per salutare il sole che cade nel mare.

Leggi anche: 10 canzoni tristi per ricordare la triste estate 2020.

3. Ibiza alternativa: scopri il selvaggio nord

Quando si pensa ad Ibiza, ci si concentra solo su Ibiza città o al massimo Sant Antoni. Ecco: stai il più lontano possibile da questi posti se vuoi immergerti nell’Ibiza hippy, rurale e nascosta.

Vai il più possibile a nord e scopri i piccoli paesini di campagna, rimarrai incantato dall’atmosfera rilassata, i ristoranti biologici e dalle colline verdeggianti che danno a picco sul mare.

Alcuni spunti: le spiagge nei pressi di San Miguel, Santa Gertrudis de Fruitera e i suoi ristoranti biologici e vegetariani; il mitico Bar Anita a San Carles de Peralta; il mercatino hippy domenicale del villaggio di Sant Joan.

4. Leggi la guida Secret Beaches – Ibiza

Se devi comprare una guida e una soltanto, fa che sia questa.

Una guida alle più segrete spiagge di Ibiza, qui sotto sfogliabile gratuitamente in inglese.

Alcune spiagge sono solo per naturisti, altre sono raggiungibili dopo lunghi trekking, altre addirittura dopo brevi nuotate ma il paradiso che vi attenderà non avrà prezzo.

5. Visita Stonehenge

Uno dei luoghi più sconosciuti dell’isola e al tempo stesso uno dei più esoterici.

Su una scogliera a ridosso del mare è stata costruita una imponente opera di Land Art che la gente del posto chiama Stonehenge (vicio a Cala Codolar), si tratta di un semicerchio di 13 colonne in basalto creato dall’artista australiano Andrew Rogers su commissione di Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil. (Sì, l’enorme villa lì vicino è la sua.)

Una delle colonne, alta 20 metri, ha la parte superiore dorata che riflette la luce del sole in diversi momenti della giornata.

Il luogo è perfetto per ammirare il tramonto, lontano dalla ressa dei turisti. L’ultima volta che ci sono stata eravamo in due.

Per raggiungere Stonehenge si oltrepassano due antichi portali in legno, uno dei quali reca delle iscrizioni in arabo, che incorniciano meravigliosamente l’isola di Es Vedrà

Non è facilissimo da raggiungere, fatti aiutare dai locals, perchè ad un certo punto dovrai parcheggiare l’auto per andare a piedi.

Stonenhnge a ibiza: il monumento al sole vicino all'isola di Es Vedrà

6. Prova uno yoga retreat

Da qualche anno, soprattutto nel nord di Ibiza, vengono organizzati veri e propri yoga retreats o classi di meditazione nei luoghi più mistici e mozzafiato dell’isola. A dimostrazione che l’energia hippy dell’isola non è affatto solo un ricordo degli anni ’70.

Qui i 6 migliori yoga retreat di Ibiza.

7. Non perderti i mercatini Hippy

Da Las Dalias alla Casita Verde, dal mercato della domenica mattina di Sant Lorenc al famosissimo mercatino hippy di Punta Arabi: qui si concentrano le produzioni artigianali dell’isola.

Scoprirai cosa vuol dire davvero “fatto a mano”, e per la maggior parte delle volte fatto a mano dagli stessi hippy degli anni ’70, ormai definitivamente trasferiti sull’isola, per una pensione da favola.

8. Il tramonto nella magica Cala Benirras

La spiaggia più vibrante dell’isola. Di giorno potrebbe sembrare una bella spiaggia contornata dal tipico verde ibizenco, di sera si traforma. Il tramonto è l’ora più sacra su questa spiaggia, dove non è insolito vedere persone che meditano, fanno yoga o ballano al tramonto.

La domenica sera il rito del tramonto a Cala Benirras si celebra con le percussioni. Canti, balli, falò e un ritmo mistico e travolgente accompagna il sole che cala vicino all’isoletta davanti alla spiaggia.

La minuscola isola si chiama Cap Bernat, e in molti la identificano con una suora genuflessa. Gli hippy negli anni ’70 veneravano questa isoletta, ed in effetti, chiedendo alle persone del luogo, si scopre che molti miti e leggende avvolgono di magia Cap Bernat.

Gli hippy la associavano alla dea cartaginese Tanitla dea associata alla luna, alla buona fortuna, all’amore, alla fertilità e al piacere.

9. Uno hierbas al Bar Anita. O forse due.

Il bar più storico di Ibiza sorge nel bel mezzo del piccolissimo paesino di San Carles. Sull’angolo ad un crocevia tra due strade, era il luogo di ritrovo per eccellenza di artisti, scrittori e hippy, non a caso veniva definito “l’ombelico di Ibiza”.

Nel piccolo cortile interno ancora si possono vedere le diverse cassette delle lettere che usavano per la corrispondenza gli artisti e abitanti della zona. Una sorta di non autorizzato ufficio postale.

Se non vieni qui a sorseggiare almeno due bicchieri di Hierbas non hai capito niente del vero spirito di Ibiza.

10. Il rito del tramonto

Si tratta dell’ora più sacra di Ibiza. La cosidetta golden hour è il momento più magico e mistico di Ibiza. Puoi fare qualsiasi cosa durante il giorno, qualsiasi cosa durante la notte ma durante il tramonto devi fermarti, respirare e goderti lo spettacolo, ovunque tu sia sull’isola.

La baia di Sant Antoni è perfetta per guardare il tramonto, ma se vuoi vivere una vera esperienza hippy prova a goderti il tramonto da Cova des Mirador.

Si tratta di una grotta appena sotto il principale punto panoramico di Es Vedrà che offre una vista molto suggestiva. Qui molte persone lasciano offerte, meditano, fanno yoga e ci sono cuscini su cui rilassarsi ammirando Es Vedrà in lontananza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: