48 ore a Pesaro: sei cose da fare assolutamente

Underestimated Pesaro.

La prima cosa che ho pensato appena arrivata è stata proprio questa. Come è possibile che non si senta mai parlare di Pesaro? Niente di niente sul turismo a Pesaro. Perchè non c’è nessun tipo di hype sulla città? Forse la notorietà viene mangiata automaticamente dalla vicinissima triade Rimini – Riccione – Milano Marittima?

Probabile. Sta di fatto che per me è stata una piacevole scoperta e vi spiego i miei perchè.

Baia Flaminia

Pesaro ti sembra una tranquilla cittadina adagiata sull’Adriatico con spiagge simili a quelle delle vicine località balneari emiliane e poi bum! Baia Flaminia happens. Bella, selvaggia, romantica e con una vista spettacolare sul Parco Naturale Monte San Bartolo.

Tramonto a Pesaro da Baia Flaminia

Uno dei pochi punti dell’Adriatico dove ammirare sia alba che tramonto sul mare

Ok, Pesaro è sull’Adriatico, quindi ad est, giusto? Quindi dovremmo vedere solo l’alba sul mare, ed è impossibile vedere tramontare il sole sulla costa. Giusto? Sbagliato. Per capire perchè a Pesaro si possa effettivamente vedere anche un bellissimo tramonto (soprattutto nelle settimane vicino al solstizio d’estate) mi sono affidata a questo articolo. Che in effetti lo spiega molto bene. Lo sapevate?

Fattoria Mancini

A proposito di viste spettacolari al tramonto. I locals suggeriscono Fattoria Mancini come place to be per un tramonto accompagnato da un buon calice. Non guasta che la strada sulla costa per arrivarci regali panorami mozzafiato.

La Bicipolitana

In effetti ho provato la bicipolitana sulla mia pelle ed è fantastica per gli spostamenti in una città. Un po’ meno bella per i pedoni che devono attraversare la strada, ho rischiato più volte il collo.

Il centro di Pesaro

Se pensi che la città si risolva sul mare ti sbagli di grosso. Pesaro ha un centro romantico e un po’ retrò che da’ il suo meglio la sera e al tramonto. Vicoletti, viuzze, piazzette e localini, la rendono un tesoro da scoprire poco a poco. Un consiglio? Il giardino della musica, l’osteria la Settima Fila e Piazzetta Toschi-Mosca. Ok i consigli sono tre. Embè?

la rossini

La Rossini

La città ha dato i natali a Gioacchino Rossini, ovunque ci sono piazze, vie, locali a lui dedicati. Per non parlare del caratteristico Teatro Rossini. Sì, ma io sto parlando della Rossini, al femminile. La Pizza Rossini ha origini fosche, che probabilmente risalgono agli anni ’60. Si tratta di una base di pizza margherita che viene condita con, udite udite, uova sode e maionese.

Potrebbe sembrare la pizza per turisti per eccellenza ma in realtà è un vero e proprio must della città. Su youtube ci sono video dove studenti pesaresi fuori sede spiegano come creare la Rossini mentre nelle statistica di vendita dei supermercati risulta che Pesaro è prima per consumo di maionese. Sarà un caso?

Memorabile è questo articolo di Vice sulla Rossini che ti spiega esattamente dove e come mangiarla; spoiler alert: come colazione al posto del cornetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: